Le prestazioni mediche riabilitative, quali fisioterapia e fisiokinesiterapia, rese da soggetti diversi dai medici possono essere ammesse in detrazione qualora siano collegate alla cura di una patologia e rese da personale abilitato dalle autorità competenti in materia sanitaria, al pari delle altre figure professionali sanitarie elencate nel Dm 29 marzo 2001, e sono pertanto ammesse alla detrazione d’imposta del 19% di cui all’articolo 15, comma 1, lettera c), del Tuir.

La spesa deve essere documentata mediante ricevuta fiscale o fattura, anche in forma di ticket se la prestazione è resa nell’ambito del Servizio sanitario nazionale (in quest’ultimo caso, la detrazione compete per l’importo del ticket pagato). L’Agenzia delle Entrate con la circolare 19/E del 1 giugno 2012 – ha tra l’altro chiarito che all’Utente è consentita la detraibilità della spesa fisioterapica allegando soltanto la parcella del professionista da cui risulti la prestazione effettuata, anche in assenza di prescrizione medica.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi